Alcol: aumentano i “binge drinkers” tra i minorenni, circa 4 milioni

dipendenza da alcol

Purtroppo ancora una volta, l’alcol tra i giovani gioca un ruolo importante. Nuovi fenomeni come i “binge drinkers” in crescita

Oltre 8 milioni sono gli italiani che consumano alcolici “a rischio” e oltre 4 milioni i “binge drinkers”, ovvero quelli che almeno una volta nel corso dell’ultimo anno hanno consumato più di 6 bevande alcoliche in un’unica occasione. E la cultura del bere fino all’intossicazione, da parte di un numero rilevante di giovani anche minorenni, sembra in crescita. I dati, presentati in occasione dell’Alcohol Prevention Day dall’Osservatorio Nazionale Alcol CNESPS dell’Istituto Superiore di Sanità, analizzano in dettaglio della cultura del bere “a rischio” e dimostrano che, tra gli 11 e i 25 anni, partecipare a concerti ed eventi sportivi, ma anche andare in discoteca al cinema e frequentare associazioni culturali aumenta la probabilità di consumi a rischio. Dall’indagine è emerso che anche incontrarsi sui social network è un ulteriore fattore che incrementa la probabilità di adottare un consumo alcolico a rischio, anche da parte dei giovanissimi. Unica eccezione all’adozione prevalente del bere a rischio nei luoghi di aggregazione risulta l’incontrarsi nei luoghi di culto in cui, al contrario, la probabilità di…


leggi tutto l’articolo

fonte: salute24.ilsole24ore.com

  • Parliamo di Disturbi alimentari nel Forum

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *