psicologo Salerno

Psicodiagnostica: il Test WAIS-R

Il Test WAIS-R

test-WAIS-R

Il Test WAIS-R è un test per l’intelligenza, e costituisce un prezioso strumento della valutazione psicodiagnostica, non solo per la valutazione del livello intellettivo, ma anche per la ricchezza di informazioni sulla personalità del soggetto che se ne può ricavare. Può essere somministrato a soggetti dai 16 anni in poi.

Il test WAIS-R è indispensabile per la certificazione di  Invalidità Civile e Indennità di Accompagnamento.

La WAIS-R è attualmente il test di livello più utilizzato per valutare l’efficienza mentale e il funzionamento cognitivo e ha queste caratteristiche, ovvero


permette il calcolo del “Quoziente Intellettivo” (QI) attraverso la somministrazione rigorosamente standardizzata di undici sub-reattivi, sei subtest verbali (scala verbale) e cinque subtest di performance (scala di performance). Oltre al QI globale, consente quindi il calcolo di un QI verbale e di un QI di performance. In generale, le prove verbali riflettono la capacità di comprensione verbale ed utilizzo dei simboli, mentre le prove di performance rimandano alla capacità di manipolare oggetti e all’efficienza dell’organizzazione percettiva e visuo-spaziale della persona.

test-WAIS-R

  • La valutazione quantitativa del test WAIS consente di elaborare un profilo significativo ed accurato delle capacità e abilità del soggetto non solo in generale o rispetto al gruppo di controllo standard definito per la valutazione del livello intellettivo assoluto, ma rispetto al gruppo omogeneo per età (confronto normativo). Un ulteriore confronto può essere articolato rispetto alla media dei risultati riportati dal soggetto stesso nell’insieme della sua esecuzione del test di livello, per evidenziare eventuali punti di forza e di debolezza rispetto alla propria media (confronto ipsativo).
  • La valutazione qualitativa prevede che accanto alla somministrazione rigorosa delle procedure standard, e senza interferire con esse, siano presi alcuni accorgimenti (come la trascrizione integrale di tutte le verbalizzazioni del soggetto e di note di comportamento, oppure la richiesta che il soggetto racconti una storia che descriva le sequenze da lui ricostruite nel “riordinamento di storie figurate”) che permettano di cogliere nella prova del soggetto quegli aspetti che una pura lettura dei “numeri” non sarebbe in grado di evidenziare.

Il materiale raccolto durante il Test WAIS-R, attraverso una valutazione sia quantitativa che qualitativa servirà sia a definire il livello intellettivo del soggetto, con l’accertamento di eventuali deficit o punti di forza, sia a formulare ipotesi relative a disturbi d’ansia, disturbi dell’umore, disturbi del rapporto con la realtà, o disturbi del pensiero.

È da sottolineate che la WAIS-R è adatta a valutare il livello intellettivo di soggetti di cultura italiana.

Costi e tariffe per il Test WAIS-R

La tariffa per la somministrazione del Test WAIS-R applicata dalla Dottoressa,  è  indicata qui alla voce Psicodiagnostica > Test WAIS-R, e corrisponde alla Tariffa minima del Tariffario Nazionale.

link sponsorizzati

 

La Dr.ssa Mirella Mazzaccaro effettua la somministrazione del Test WAIS-R previo appuntamento.

 

Torna alla Home

3 commenti su “Psicodiagnostica: il Test WAIS-R

  1. Jonathan ha detto:

    Dovrei effettuare il test valutazione Q.I mi servirebbero informazioni grazie

  2. mb ha detto:

    Essendo a completo digiuno sul test di wais volevo chiedere da quanti medici è svolto il test e, se vi sono valutazioni in più centri e poi poter confrontare i vari referti. Grazie

    1. Dr. Mirella Mazzaccaro ha detto:

      Salve, il Test WAIS-R è un test per la valutazione del funzionamento cognitivo di una persona, in grado di rilevare sia i valori nella norma che quelli deficitari. E’ un test di performance e non di capacità. Viene somministrato da un singolo psicoterapeuta, in questo caso da me; alla fine del test viene stilata una relazione finale con allegato il test in ogni sua parte. Esso è composto da tabelle di riferimento cui poter confrontare il punteggio ottenuto e capire se è positivo o patologico, ovvero se ci sono delle difficoltà del soggetto sottoposto.
      Sono esiti oggettivi che non necessitano di essere ripetuti da più professionisti nello stesso tempo.
      Cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *