Come gli abusi nel passato influiscono sul genoma

Allo studio le caratteristiche in alcune aree del cervello, nelle persone che hanno subìto violenze nel passato

Da alcuni anni la depressione è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come una vera e propria malattia suscitando un interesse crescente in svariati ambiti, compreso quello della genetica.

A tal proposito alcuni ricercatori dell’Università canadese, Mc Gill University, si sono occupati delle significative differenze riscontrate nel cervello di due gruppi di persone, uno dei quali composto da soggetti che non avevano mai subito maltrattamenti, e l’altro composto da soggetti che invece erano state vittime di abusi durante l’infanzia e che avevano compiuto il gesto estremo del suicidio.

Da questi studi è emerso che pur in presenza di sequenze genetiche identiche riscontrate nei due gruppi, i marcatori epigenetici, fattori di interazione con i geni e che sono influenzati dall’ambiente, possedevano peculiarità differenti…

leggi tutto l’articolo

fonte:  Le parole della scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *