Cos’è l’ottimismo? Cosa vuol dire vedere il bicchiere mezzo pieno?

Scopriamo insieme cosa caratterizza gli ottimisti

Per alcune persone gli ottimisti sono degli ingenui, spesso ridicolizzati, mentre i pessimisti sembrano più affidabili e razionali. Ma l’ottimismo non è un’illusione psicologica, né un sinonimo di entusiasmo forzato, né una forma di negazione della realtà. Dunque cos’è l’ottimismo? Scopriamolo bene insieme…

Immaginiamo di essere di fronte ad un evento negativo: alcuni potrebbero fornire spiegazioni temporanee ( “le cose si sistemeranno rapidamente”) e circoscritte (“riguarda solo una parte della mia vita”), altri potrebbero fornire spiegazioni permanenti (“non finirà mai”) e generali (“tutta la mia vita somiglia a questo evento”). Cos’è l’ottimismo? La reazione dei primi. Gli ottimisti sono perfettamente coscienti dei problemi che incontrano, ma tentano di risolverli in maniera costruttiva, senza auto disprezzo né fatalismo. Ma è inutile sforzarsi di mostrare un sorriso beato per entrare nelle file degli ottimisti: bisogna avere fiducia nelle proprie capacità di gestire le situazioni difficili e tentare di risolverle al meglio e il prima possibile.

Nel definire cos’è l’ottimismo possiamo iniziare col dire che è un’arte di vivere che fa bene sia alla mente sia al corpo. Essere ottimista è un vantaggio: anzitutto gli ottimisti sono in generale più felici della media

leggi tutto l’articolo

link sponsorizzati

fonte: crescita-personale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *