psicologo Salerno

Disturbi di personalità

I tratti di personalità sono schemi di pensiero, percezione, reazione e relazione con gli altri che sono relativamente stabili nel tempo e in svariate situazioni. I disturbi di personalità si manifestano quando tali tratti sono così rigidi e disadattativi da compromettere il funzionamento interpersonale o professionale. I tratti di personalità e il loro potenziale significato disadattativo sono di solito evidenti sin dalla prima età adulta e persistono per quasi tutta la vita.

Spesso le persone con disturbi di personalità non percepiscono il bisogno di una terapia ma vengono indirizzati da specialisti da parte di amici, familiari o dall’assistenza sociale, poiché il loro comportamento disadattativo causa problemi agli altri. Poiché questi pazienti di solito vedono le proprie difficoltà come separate ed esterne a loro stessi, gli operatori della salute mentale trovano difficoltà a far capire loro l’origine del problema.

Diagnosi e classificazione

La diagnosi dei disturbi di personalità, si basa sull’osservazione di schemi di comportamento o di percezione ripetitivi che causano sofferenza e compromettono il fuzionamento sociale, anche quando il paziente non ha consapevolezza di tali schemi e malgrado il fatto che il paziente spesso resista al cambiamento.

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, IV edizione (DSM-IV), divide i disturbi di personalità in tre gruppi: A) insolito/eccentrico, B) teatrale/instabile e C) ansioso/inibito. Ossia in:




Terapia per i disturbi di personalità

Il trattamento di un disturbo di personalità richiede molto tempo. I tratti di personalità quali i meccanismi di difesa, le convinzioni e gli schemi di comportamento richiedono molti anni per instaurarsi, e cambiano lentamente.

– Leggi: Il cambiamento in psicoterapia

I cambiamenti di solito si verificano secondo una sequenza prevedibile e per facilitarli sono necessarie diverse modalità di trattamento. La riduzione degli stress ambientali può eliminare rapidamente sintomi come l’ansia o la depressione. Comportamenti come l’imprudenza, l’isolamento sociale, la mancanza di assertività o gli accessi di collera possono essere modificati nel corso di svariati mesi. Anche la partecipazione a gruppi di auto-aiuto o la terapia familiare possono aiutare a cambiare i comportamenti socialmente indesiderabili. La modificazione comportamentale è importante soprattutto per i pazienti con disturbo di personalità borderline, antisociale o di evitamento.

I problemi interpersonali come la dipendenza, la diffidenza, l’arroganza o la manipolatività, di solito necessitano di più di un anno per cambiare. L’unico modo per ottenere dei cambiamenti nei rapporti interpersonali è una psicoterapia individuale che aiuti il paziente a comprendere le fonti dei suoi problemi interpersonali nel contesto di una profonda relazione medico-paziente collaborativa e non manipolativa.
Il terapeuta deve puntualizzare ripetutamente le conseguenze sgradevoli degli schemi di pensiero e di comportamento del paziente, e talvolta deve porre dei limiti al suo comportamento. Questa terapia è fondamentale per i pazienti con disturbo di personalità istrionico, dipendente o passivo-aggressivo.

Principi generali: sebbene il trattamento sia variabile a seconda del tipo di disturbo di personalità, alcuni principi generali sono applicabili a tutti. I familiari possono comportarsi in modi che rinforzano o riducono i comportamenti o i pensieri problematici del paziente, quindi il loro coinvolgimento è utile e spesso fondamentale.

Poiché i disturbi di personalità sono particolarmente difficili da trattare, è importante che i terapeuti abbiano esperienza, entusiasmo e capacità di comprensione delle prevedibili aree di sensibilità emotiva del paziente e delle sue modalità abituali di coping. Il concetto di coping, che può essere tradotto con “fronteggiamento”, “gestione attiva”, “risposta efficace”, “capacità di risolvere i problemi”, indica l’insieme di strategie mentali e comportamentali che sono messe in atto per fronteggiare una certa situazione.

Mi occupo di disturbi di personalità presso i miei studi privati in Salerno e provincia. Se volete fare chiarezza sul vostro attuale stato psico-fisico, potete contattarmi e insieme valuteremo la possibilità d’intraprendere un percorso di psicoterapia.

 

Dr.ssa Mirella Mazzaccaro

– Leggi: Come affrontare il disagio

 

Torna alla Home

2 commenti su “Disturbi di personalità

  1. angela zanirato ha detto:

    come far curare una persona probabilmente affetta da disturbi della personalità se questa non vuole? Soprattutto se la persona con la patologia, non ha famiglia dove risiede

  2. Maria ha detto:

    Sono una persona a cui è stata diagnosticato un disturbo di personalità.
    Sono in psicoterapia da due anni, a causa di una serie di brutti sintomi avuti 4 anni fa e dopo un anno in cui cominciavo ad avere quantomeno una stabilità apparente nel lavoro(sono logopedista ma ho sempre avuto molti dubbi) e aver deciso di chiudere con le relazioni in senso profondo, sono tornata indietro sui miei passi e sono in crisi anche col lavoro.
    Ormai mi trovo in una condizione di stallo in terapia, non vado ne avanti ne indietro e non so più che fare.
    So di essere una paziente ostica.
    È tutta la vita che vivo così, a lottare contro me stessa, vorrei solo stare serena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *