Diversabilità, la sedia a rotelle una parte di se stessi

diversabilità

Una ricerca sulla percezione dei confini biologici in alcuni pazienti disabili, dimostra una forte associazione fra il proprio corpo e la carrozzina

(AGI) – Roma, 7 mar. – La percezione che abbiamo del nostro corpo e’ altamente modificabile. E’ esperienza di tutti la capacita’ di percepire le dimensioni della propria automobile in modo inconscio. Ce ne accorgiamo quando, cambiando auto, incontriamo difficolta’ a svolger manovre che con la nostra effettuiamo senza problemi.


Come fa il cervello a incorporare i riferimenti spaziali della nostra auto e soprattutto cosa avviene quando si utilizzano protesi o ausili per favorire il recupero funzionale dopo lesioni del sistema nervoso centrale? Una risposta giunge da una collaborazione tra l’IRCCS Fondazione Santa Lucia e il Dipartimento di Psicologia di Sapienza Universita’ di Roma. Lo studio, pubblicato su Plos One, che si e’ avvalso dei finanziamenti dell’International Foundation for Research in Paraplegia (IFP-IRP), e’ stato condotto da…

leggi tutto l’articolo

fonte: salute.agi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *