Per rispondere devi registrarti o fare il log-in

Autore Topic: riconoscere il dpb chiedo consigli  (Letto 5171 volte)

Nuovo utente
*
Post: 1
    Titolo sito web
riconoscere il dpb chiedo consigli
« il: 31 Gennaio, 2013, 09:45:02 »
Ciao a tutti. Sono nuovo mi sono isritto da poco perchè credo che mia figlia abbia il dpb.  A dire il vero le ultime diagnosi erano orientate su bipolarismo, ma in effetti ha avuto ipomania e depressione poche volte, e quindi l'assunzione del cipralex.  :-\
Vorrei sapere da voi qualche esperienza sui propri figli e magari confrontarmi. Quali sono i sintomi più importanti del dpb, secondo voi grazie in anticipo

Amministratore
*****
Psicologa, psicoterapeuta sistemica. Mediatore familiare
Post: 109
Sesso: Femmina
    Clicca per visitare il mio sito web: psicologaonlinesalerno.it
Re:riconoscere il dpb chiedo consigli
«Risposta #1 il: 13 Febbraio, 2013, 11:04:38 »
Salve Umberto
Innanzitutto è giusto conoscere bene la diagnosi, perchè i disturbi di personalità sono diversi e hanno sintomatologie differenti. Sta parlando quindi di Disturbo borderline, da quanto ho capito.
I soggetti che soffrono di questo tipo di disturbo di personalità hanno un concetto di sé molto instabile e fragile, il che causa una certa difficoltà soprattutto nel rapportarsi con gli altri.
Le consiglio di leggere qualcosa in più sul dpb per avere un'idea più precisa.
Un saluto
Dove trovarmi
Contatti
*Sostieni un bambino a distanza*

Nuovo utente
*
Post: 7
Sesso: Femmina
Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale
    Psicoterapeuta - Varese
Re:riconoscere il dpb chiedo consigli
«Risposta #2 il: 06 Aprile, 2013, 12:54:47 »
Salve,
le informazioni che seguiranno sono a solo carattere divulgativo. Ovviamente per stabilire una diagnosi è necessario che un professionista incontri sua figlia e stabilisca il problema di cui soffre.
Le caratteristiche principali del disturbo borderline di personalità sono una profonda instabilità dell’autostima e dell’umore modulate dalla paura di subire un abbandono (reale o immaginato), ciò porta a fare di tutto per evitare questa situazione, causando spesso impulsività.
L'impulsività si può manifestare come una tendenza al gioco d'azzardo, all'assunzione di droghe e/o alcol, a intrattenere rapporti promiscui, a spendere soldi in modo smodato o a intraprendere attività pericolose come ad esempio la guida ad alte velocità.
L'umore è instabile e focalizzato principalmente verso emozioni di rabbia, panico, disperazione, e senso di vuoto, intervallati da periodi di benessere. Ciò causa disagio a livello interpersonale e difficoltà nelle relazioni.
Questo quadro è aggravato dalla tendenza a idealizzare e successivamente svalutare rapidamente le altre persone, che porta a percepire i propri cari come se non si occupassero abbastanza di loro.
Inoltre, questo disturbo è caratterizzato da un’immagine di sé instabile, ciò vuol dire che improvvisamente si possono cambiare obbiettivi, valori e aspirazioni riguardo i propri progetti personali e/o lavorativi.
Inoltre, spesso accade che in concomitanza a un evento di abbandono (reale o immaginato) si sviluppino brevi episodi di ideazione paranoide o depersonalizzazione.
I sintomi generalmente iniziano nella prima età adulta e coinvolgono diversi contesti di vita della persona.
Inoltre, è da tenere in considerazione che questo disturbo si può associare a disturbi dell'umore, tra i quali si annovera anche il disturbi bipolare.
Psicologa - Psicoterapeuta
Dottore di ricerca in Psicologia Cognitiva

Per rispondere devi registrarti o fare il log-in

 

Discussioni simili

  Oggetto / Aperto da Risposte Ultimo post
0 Risposte
5421 Visite
Ultimo post 10 Gennaio, 2013, 09:57:13
da Dr.ssa Mirella Mazzaccaro
1 Risposte
3852 Visite
Ultimo post 22 Maggio, 2013, 11:04:05
da Dr.ssa Mirella Mazzaccaro
1 Risposte
4677 Visite
Ultimo post 09 Giugno, 2013, 14:30:53
da dr Antonella Nappi
2 Risposte
5098 Visite
Ultimo post 29 Luglio, 2013, 13:23:38
da sabina
1 Risposte
3337 Visite
Ultimo post 09 Maggio, 2014, 22:14:51
da Dr. Andrea Mazzeo