Perchè i bambini hanno paura del buio

Partiamo da che cos’è la paura.

La paura è una sensazione molto forte, dovuta a un presupposto o reale pericolo di cui si ha sentore.

Di per sè, avere paura non è una cosa sbagliata; se così non fosse correremmo continuamente dei rischi in molte delle nostre azioni quotidiane, quali attraversare la strada, affacciarsi da un balcone, e via discorrendo.

Questo stato d’animo inizia a manifestarsi in tenerissima età.


Una paura piuttosto comune nei bambini piccoli è quella del buio. E la spiegazione psicologica, che fosse cioè dovuta a comportamenti ansiosi, sembra non sia sempre valida.

Tre medici di Glasgow hanno proposto, sulla rivista medica Lancet, un’altra spiegazione. Secondo loro, i bambini che hanno paura del buio soffrono di un disturbo della vista per cui non sono in grado di vedere niente in condizioni di luce fioca, anche dopo un certo periodo di adattamento.
Per questo spesso inciampano in camera da letto, si lamentano che non vedono e finiscono (a due o tre anni) per avere paura del buio. I medici riportano in supporto alla loro tesi alcuni casi di nictalopia (cecità notturna) di bambini che denunciavano una paura del buio, e un’analisi genetica che spiega come lo stesso difetto colpisca i bastoncelli della retina (le cellule sensibili alla luce fioca), ma non i coni (le cellule che percepiscono i colori).

fonte: Focus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *